Comunicato Post Conf. Stampa - Presentazione della Settimana della Donazione del Sangue dei Volontari in Servizio Civile Nazionale (6- 13 Marzo 2009) (03-03-2010)

Sono circa 275.000, di cui 25.000 in servizio, i giovani tra i 18 ed i 28 anni, che nella settimana dal 6 al 13 marzo andranno ad ingrossare le fila dei donatori di sangue, con la speranza che il loro gesto non rimanga isolato, ma diventi una piacevole abitudine. Infatti nel nostro Paese troviamo dei giovani volontari motivati, e chi intraprende quest'attività, sarà un volontario tutta la vita che interpreta al meglio la pratica della cittadinanza attiva.

Questo l'augurio che l'UNSC, le associazioni e federazioni dei donatori volontari di sangue (AVIS, CRI, FIDAS, FRATRES) esprimono nella "Settimana di sensibilizzazione al dono del sangue dei volontari in servizio civile", organizzata in occasione del nono anniversario della costituzione del Servizio Civile Nazionale (6 marzo 2001).

L'iniziativa, frutto della collaborazione fra l'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (UNSC), il Coordinamento Interassociativo dei Volontari Italiani del Sangue (CIVIS) e il Centro Nazionale Sangue (CNS), mira ad incoraggiare, nei giovani che prestano Servizio Civile, la donazione del sangue, un gesto di solidarietà che si sposa con i valori cardine del Servizio Civile Nazionale.

La donazione del sangue periodica, volontaria, anonima, non retribuita e consapevole, è, infatti, la miglior garanzia per la salute di chi riceve e di chi dona. Per questo le donazioni vanno incentivate, soprattutto in un momento come quello attuale, in cui i progressi della medicina e della chirurgia richiedono un fabbisogno di sangue sempre maggiore.

Per garantire la tenuta del sistema trasfusionale italiano è di fondamentale importanza avvicinare al gesto della donazione del sangue i giovani, ed è bellissimo che siano proprio i giovani impegnati nel servizio civile a dare l'esempio ai loro coetanei, affinché i donatori di sangue, che oggi sono un milione e seicentomila, diventino sempre più numerosi e permettano di coprire i fabbisogni nazionali per emocomponenti ed emoderivati. Ai volontari che aderiscono all'iniziativa è concesso, nel rispetto della normativa vigente, di assentarsi dal servizio per l'intera giornata.

Alla conferenza stampa tenuta questa mattina a Palazzo Chigi erano presenti il Sen Carlo Giovanardi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega al Servizio Civile; l'on. Leonzio Borea, capo dell'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile; il dr. Giuliano Grazzini, direttore del Centro Nazionale Sangue e in rappresentanza delle quattro associazioni e federazioni dei donatori volontari di sangue (il dott. Pasquale Pecora, per l'AVIS, il dott. Paolo Scura per la Croce Rossa, il dott. Luigi Cardini, per i gruppi Fratres e coordinatore pro -tempore CIVIS ed la dott.ssa Valentina Massa, per la FIDAS) e la dott.ssa Natalina Mellino dirigente del servizio comunicazione dell'UNSC.

I dettagli dell'iniziativa sono pubblicati sul sito www.serviziocivile.it e sui siti delle quattro associazioni aderenti al CIVIS: www.avis.it; www.cri.it; www.fidas.it; www.fratres.org;

 

Data ultimo aggiornamento: 26/09/2014

Allegati:

SERVIZI ONLINE
Twitter FACEBOOK YOUTUBE INSTAGRAM FLICKR
Pac-Sociale Pac-Sociale Giovani2030
chiusura colonna
Sito ottimizzato per Internet Explorer 9