A Napoli la seconda Giornata nazionale del Servizio civile (10-12-2007)

Roma, 10 dicembre 2007
CS 13/07

COMUNICATO STAMPA
A Napoli la II Giornata nazionale del Servizio civile

Il 15 dicembre 1972 venne promulgata in Italia la legge n. 772, la prima in materia di obiezione di coscienza: per ricordare questo evento, il prossimo 15 dicembre si svolgerà a Napoli la II Giornata nazionale del Servizio civile, incentrata sui temi della legalità e della solidarietà.

Il Presidente Napolitano in occasione della scorsa edizione della Giornata nazionale del servizio civile svoltasi a Roma nel 2006, auspicò che si riuscissero ad attuare "tutte le misure necessarie a valorizzare il servizio civile nella sua specificità come importante strumento di educazione civica dei ragazzi e delle ragazze del nostro Paese, per la costruzione di una più matura coscienza civile delle giovani generazioni, per la diffusione di una cultura vissuta e sperimentata di partecipazione alla vita delle comunità in Italia e all'estero".

"Come Ministero della solidarietà sociale e Ufficio nazionale del Servizio civile - ha spiegato Cristina De Luca, sottosegretario con delega per il servizio civile - abbiamo scelto Napoli per sostenere la città nel dare un ulteriore segno a favore della convivenza civile e della legalità". La Giornata si colloca nella prospettiva del "Progetto Napoli": "Un progetto speciale di servizio civile, concentrato nel territorio della città e della sua provincia, per il quale sono attivi, dallo scorso 5 dicembre, circa 2000 volontari impegnati in progetti contro l'abbandono scolastico, la tossicodipendenza e l'esclusione sociale in genere".

Il programma della giornata (presso il Palavesuvio a partire dalle ore 9.00) prevede due tavole rotonde con la partecipazione, tra gli altri, della senatrice Rosa Maria Calipari, di Armando Spataro, procuratore della Repubblica Aggiunto in Milano, e di Tano Grasso, presidente della Federazione delle associazioni antiracket.
Interverranno, inoltre, il ministro della Solidarietà sociale Paolo Ferrero, il presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, il presidente della Provincia Riccardo Di Palma e il sindaco di Napoli, Rosa Russo Jervolino.

 

Data ultimo aggiornamento: 26/09/2014

Allegati:

SERVIZI ONLINE
Twitter FACEBOOK YOUTUBE INSTAGRAM FLICKR
Pac-Sociale Pac-Sociale Questionario Giovani2030
chiusura colonna
Sito ottimizzato per Internet Explorer 9