Il Servizio Civile Nazionale: tre ricerche per comprendere l'attuale sistema

Sono stati presentati oggi a Roma, presso la Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati, tre studi di ricerca commissionati dall'Ufficio nazionale per il servizio civile nello scorso anno.

La prima ricerca è stata coordinata dal prof. Maurizio Ambrosini del Dipartimento di Studi sociali e politici dell'Università di Milano e, attraverso il censimento di tutti gli enti accreditati, sia all'Albo nazionale sia negli Albi regionali, ha consentito l'analisi dell'organizzazione degli enti, lo studio degli strumenti di cui si sono dotati per realizzare i progetti di servizio civile nonché l'approfondimento delle modalità di attuazione e delle effettive forme di impiego dei volontari.

La seconda ricerca, a cura della Fondazione "Emanuela Zancan", Centro studi e formazione sociale di Padova, è stata presentata dal dott. Tiziano Vecchiato, Direttore della Fondazione ed è incentrata sul tema della "valutazione di efficacia" dei progetti di servizio civile e si è basata su un'indagine che ha coinvolto i volontari che nei mesi scorsi hanno iniziato e terminato il proprio servizio.

La terza ricerca, realizzata dall'Istituto per la Ricerca Sociale di Milano, è stata presentata dal dott. Sergio Pasquinelli e ha affrontato un fenomeno particolare della partecipazione dei giovani italiani all'esperienza del servizio civile, quello degli "abbandoni", cioè la rinuncia prima di iniziare il servizio o durante il suo espletamento.

Introdotto dal Direttore dell'Ufficio nazionale per il servizio civile, Diego Cipriani, l'incontro ha visto le conclusioni a cura di Cristina De Luca, Sottosegretario al Ministero della Solidarietà sociale con delega al Servizio civile.

Data ultimo aggiornamento: 28/09/2016
SERVIZI ONLINE
Twitter FACEBOOK YOUTUBE INSTAGRAM FLICKR
Pac-Sociale Pac-Sociale Gestione Domanda On Line EVOL
chiusura colonna
Sito ottimizzato per Internet Explorer 9